Logo
In caso di problemi con le linee telefoniche vi segnaliamo qui di seguito il numero di emergenza: +39 349.266.15.48

DA RICORDARE - In Kenya a partire dal 28 agosto 2017 è entrato in vigore il bando ai sacchetti di plastica. Leggi il comunicato.
promo flamingo

CERCA NEL NOSTRO SITO

newsletter

Sei un'agenzia? Desideri offrire ai tuoi clienti
le migliori offerte sull'East Africa? Allora iscriviti per ricevere le nostre locandine.

Clicca qui per iscriverti


Il servizio e' gestito tramite MailUp
logo associazione esperti africaSegnalati su magicalkenya.it

AFRICA > KENYA > PARCHI > PARCO NAZIONALE DEL MONTE KENYA

Monte Kenya (Kirinyaga o Kerenyaga in gikuyu) è la più alta montagna del Kenya e la seconda più alta dell'Africa (dopo il Kilimangiaro). Si trova nel Kenya centrale, poco a sud dell'equatore, a nord-est di Nyeri e circa 160 km nord-est di Nairobi. Le vette più alte sono Batian (5.199 m s.l.m.), Nelion (5.188 m s.l.m.) e Lenana (4.985 m s.l.m.). Fu scalato per la prima volta da Halford John Mackinder.

Il monte e la regione circostante costituiscono un'area naturale protetta, il Mount Kenya National Park. Sul monte si trova una delle stazioni di monitoraggio atmosferico della Global Atmosphere Watch.

Il sistema delle cime, che comprende sette picchi dotati di nome, ospita dodici ghiacciai, piccoli e in contrazione.

Ambiente

Il monte è uno stratovulcano estinto, la cui ultima eruzione viene datata fra 2,6 e 3,1 milioni di anni fa. Sulle sue pendici si trovano molteplici biomi: foresta nella fascia bassa, che diventa foresta montana intorno ai 2.000 m, fascia di bambù intorno ai 2.500, brughiera e tundra afro-alpina dai 3.300 e deserto in quota dai 3.500.

Nella foresta, e fino alla fascia di bambù, il monte è abitato tra l'altro da leoni, leopardi, bufali, elefanti delle foreste, rinoceronti neri, procavie arboree, antilopi d'acqua, cefalofi, tragelafi, ilocheri, galagoni, colobi, genette e manguste. La vegetazione (specialmente nelle zone più basse della foresta) è estremamente rigogliosa e include alberi altissimi come canfori africani, raufolvie, macaranghe, olivi africani, ginepri, podocarpi e haghenie.

La brughiera è caratterizzata da eriche di grandissime dimensioni, muschi, licheni, una grande varietà di lobelie, Helichrisum formosissimum, protee, gladioli, kniphofia e altre piante adatte ai climi rigidi.

Sebbene il monte appartenga a un'area naturale protetta, vi si svolgono (legalmente o illegalmente) numerose attività i cui effetti impoveriscono l'ambiente: deforestazione (sia legale che illegale), estrazione del carbone, pascolo di mandrie e bracconaggio. Queste attività incidono anche sui corsi d'acqua che nascono dalle sorgenti del monte; il fiume Tana, per esempio, sta progressivamente riducendo la sua portata. Poiché il monte costituisce la principale riserva d'acqua e di vegetazione del Kenya, questo impoverimento potrebbe avere conseguenze anche economiche molto rilevanti per il futuro del paese.

Popolazione

L'etnia predominante attorno al monte Kenya è quella dei Kikuyu. I Kikuyu chiamano il Monte Kenya Kirinyaga (o Kerenyaga) e ritengono che esso ospiti Ngai, il loro dio.

 
 
REALIZZAZIONE TECNICA TAGLAB SOLUTIONS 2012CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTOPROBLEMI CON IL SITO?TRUCCHI PER IL PC
© 2020 Cimo Service di Area Tour s.r.l. • Via Baldo degli Ubaldi 386 • 00167 ROMA • 06.532.73.350 / 06.532.73.459 • booking@cimoservice.it
Capitale Sociale 10.000,00 € Int. Vers. :: P.IVA 14838071000 • REA RM 1549543 • Privacy e Cookie Policy
Free Sitemap Generator Facebook, iscriviti al gruppo Mal d'AfricaMal D'Africa: Iscriviti al nostro gruppo su Facebook